don_stefano_manetti01

Abbiamo il nostro nuovo vescovo

di Marco Fè

Con la solenne liturgia celebrata nella Cattedrale di Montepulciano alle ore 16 di domenica 13 Aprile, nella diocesi di Montepulciano, Chiusi, Pienza è iniziato il ministero pastorale del novello Vescovo Mons. Stefano Manetti. Molte le autorità civili e militari presenti, tra le quali l’ On. Rosy Bindi, il Prefetto di Siena Renato Saccone e molti sindaci dei comuni della Diocesi. Ma soprattutto c’era il popolo di Dio della diocesi con la ricchezza delle sue associazioni e movimenti.

Non sono mancati alcuni fedeli, parrocchiani e seminaristi che in precedenza hanno beneficiato dell’azione pastorale di Mons. Stefano Manetti. Hanno concelebrato molti Continua >

montepulciano

Il controllo dei cittadini va incoraggiato

 di Paolo Scattoni

Chi ha avuto modo di leggermi qualche volta su chiusiblog conosce bene la mia posizione critica nei confronti del Movimento 5 stelle. Questa volta, però, solidarizzo con i grillini di Montepuliciano a cui è stato negato l’accesso a informazioni contenute negli archivi del Comune. Ho stima degli amministratori poliziani e sono sicuro che verrà posto rimedio a quanto segnalato su lavaldichiana.it.

 Di seguito uno stralcio di quanto pubblicato:

 Il comune di Montepulciano nega i diritti ai propri cittadini”: è il grido di protesta di alcuni cittadini poliziani che, dopo varie richieste al Comune per accedere agli atti amministrativi per visionare semplicemente le spese Continua >

clip_image001

WI Fi per tutti: innovazione o solo fumo?

 

di Alessandro Bologni

Giovedì 3 aprile in pompa magna (vedi foto) in piazza Duomo a Chiusi è stato inaugurato il primo punto hot spot wii fi free dedicato a turisti e cittadini del Comune di Chiusi alla presenza del sindaco di Chiusi Stefano Scaramelli, l’assessore al Sistema Chiusipromozione Chiara Lanari, l’assessore alla qualità della vita Andrea Micheletti, il presidente del Consorzio Terrecablate Roberto Rappuoli ed il direttore del Consorzio TerreCablate Enrico Borelli.

La navigazione è consentita previa registrazione, lunga e noiosa, dove si richiede nome,cognome, indirizzo, mail e udite udite numero di telefono, per completare la registrazioni si deve fare una telefonata, gratuita, Continua >

don_stefano_manetti_vescovo_montepulciano1

Il nuovo vescovo Stefano Manetti

 di Marco Fè

E’ apparsa la bellezza dell’essere Chiesa come riscontro speculare alla bellezza dei dipinti del Vasari e dell’ architettura del Brunelleschi. E’ avvenuto per l’ordinazione episcopale di Stefano Manetti, nuovo vescovo della Diocesi di Montepulciano, Chiusi e Pienza, celebrata martedì 25 marzo nella Cattedrale di S. Maria del Fiore a Firenze. Bellezza che è incanto e mistero.

Lo stesso che aleggiava alla Verna quando nel giovane Stefano, in ritiro post cresima, scoccò la scintilla della vocazione: “Quando il frate cominciò a predicarci il ritiro sentii che c’era qualcosa nell’ aria. – racconta il vescovo con stupore – Rimasi preso da Continua >

barni-e-bologni1

Bilancio 2013: il voto contrario de La Primavera

 di Alessandro Bologni

Mercoledì 9 si è svolto il consiglio comunale per l’approvazione del bilancio 2013.

Naturalmente noi della lista La Primavera abbiamo fatto le nostre osservazioni dichiarando che a nostro giudizio il bilancio 2013 non è stato un bilancio lungimirante per uno sviluppo e una ripresa economica della città ma un semplice bilancio di gestione ordinaria.

In particolare abbiamo sottolineato che nonostante la riscossione della tassa di soggiorno, 33.000 €., nel 2013 gli investimenti su turismo e sviluppo economico non sono aumentati rispetto all’anno 2011 quando l’imposta non era in essere e che questo è indice, a nostro avviso, di indifferenza verso i settori che dovrebbero portare ricchezza Continua >

casinadellacqua450

Una casina dell’acqua anche per il centro storico?

 

di Paolo Corti

oggi, con mio ”colpevole ritardo” ho usufruito per la prima volta dei servizi offerti dalla Casina dell’Acqua di Piazza XXVI Giugno…l’acqua offerta, ad un prezzo davvero appetibile è di notevole qualità, sia al gusto, sia dal punto di vista organolettico (i certificati apposti e il gestore sono una garanzia)…però per me e per quelli, che come me abitano nel centro storico, il prelievo diventa problematico…occorre obbligatoriamente usare l’automobile… e lasciare un parcheggio nel centro storico, dopo averne trovato uno lascia un “vuoto nel cuore”…poi la popolazione del colle è notoriamente più anziana e restia ad uscire dalle mura etrusche…allora Continua >

legge-partecipazione

La persona al di là dell’appartenenza

di Paolo Scattoni

Il 20 marzo il presidente del Consiglio regionale della Toscana mi ha nominato insieme ad altri due ricercatori universitari, componente dell’Autorità regionale per la partecipazione. L’autorità esiste dal 2007 e fra le altre cose serve a supportare progetti di partecipazione proposti dagli enti locali, dalle scuole e da gruppi di cittadini. In precedenza il responsabile dell’Autorità era uno soltanto, con la legge 46 del 2013 I responsabili sono tre. E’ un incarico abbastanza gravoso per un compenso quasi inesistente (30 euro a seduta). E’ però anche una posizione prestigiosa che mi permette di capire, fra l’altro, il funzionamento e l’impatto di un’iniziativa regionale Continua >

chiusiblog

Il faticoso compleanno di chiusiblog

di Paolo Scattoni

In questi giorni scade l’abbonamento con Auba del sito di chiusiblog (e anche quello chiusinews che serve a mantenere l’archivio. La spesa è poca e l’affronto volentieri. E’ però necessario fare un bilancio per capire se valga la pena far continuare questa avventura iniziata quattro anni fa con chiusinews.it. Rappresentò sicuramente una novità. Dopo i primi mesi con qualche decina di visite giornaliere, decollò e allo stesso tempo preoccupò i poteri forti locali. In particolare l’allora assessore regionale ai trosporti Luca Ceccobao minaccio addirittura un’azione legale. L’ordine dei giornalisti della Toscana minacciò anch’essa un’azione legale per “stampa clandestina”. Cambiammo nome e fu fondato Continua >

pendolari1_1

Collegamenti ferroviari: la proposta del comitato pendolari

di Paolo Scattoni

Il dibattito nel blog che è seguito all’iniziativa del comitato pendolari a Chiusi ha evidenziato posizioni diverse e diverse soluzioni. Per chi non ha partecipato all’iniziativa può essere utile analizzare la presentazione di Simone Nasorri (che ringrazio per averle messe a disposizione).

Le prime documentano la continua erosione del servizio e l’aumento dei costi e dei tempi.

Anche se per ora l’eliminazione di altri intercity sembra sventato può essere interessante analizzare l’ipotesi che si stava delieando e che potrebbe comunque essere ripresa in futuro. Infine le proposte emerse dal comitato pendolari.

Come noto in quella sede ne sono emerse altre (p.e. Quella del Continua >

ETRUSCHI-FLAUTO

Dodecapoli: la giunta se la canta e se la suona

di Rita Fiorini Vagnetti

“Alla presenza della stampa e dei rappresentanti istituzionali questa mattina è stato firmato un protocollo per la costituzione in rete di città etrusche Dodecapoli e per la candidatura a patrimonio Unesco”.

Ero presente, per pura coincidenza alla manifestazione, (forse mi sono sfuggiti gli inviti da parte dell’amministrazione comunale) ed ho, come spesso accade in situazioni del genere, notato l’assenza dei rappresentanti del Comune, a parte il Sindaco e l’assessore Lanari e soprattutto del “pubblico” che, forse, poteva e doveva essere presente.

Ritengo, infatti, che tali iniziative dovrebbero avere una vasta risonanza nel paese, ospite e protagonista, al fine proprio di pubblicizzare al massimo, le Continua >

SAMSUNG

Le amenità ferroviarie

 di Massimo Mercanti

Ieri sera è stata certificata l’impotenza della politica Regionale dei trasporti toscani (e non solo) nei confronti di Trenitalia. A dichiararla nella saletta del teatro Mascagni di Chiusi, l’assessore ai trasporti Regionale Vincenzo Ceccarelli convenuto alla riunione organizzata dal comitato pendolari Roma-Firenze un po’ in “ritardo” rispetto alla proiezione delle slides che dimostravano tutti gli effetti della soppressione da parte di Trenitalia degli Intercity 586 (Roma – Trieste) e 587 (Roma Termini – Milano C.le) dal prossimo mese di giugno.

L’impressione che si è ricavata ascoltando gli autorevoli interventi dell’On. Luigi Dallai, del Sindaco di Chiusi Stefano Scaramelli e appunto Continua >

tempo-relogio

Treni e divagazioni

di Marco Nasorri

Nel post precedente, in cui si parlava dello stipendio dell’Amministratore delle ferrovie Moretti e delle condizioni del trasporto locale, Paolo Scattoni, a un certo punto, si lamenta per le divagazioni che allontanano dal tema treni, soprattutto di quelli che non fermeranno più a Chiusi.

Parto da questa osservazione di Paolo, perché il divagare con pensieri veloci e sbrigativi è l’emblematico vizio dell’attuale fase e del pernicioso dibattito che avvolge ormai tutto e tutti. Ciò, è un fatto non banale. A mio avviso, rappresenta un aspetto serio che contribuisce a condannare l’opinione pubblica a essere una massa impotente e sfiduciata, con nessun peso Continua >

coltellini

Don Manfredo Coltellini, sacerdote artista della nostra terra

di Marco Fè

Un uomo sensibile, acuto, ironico che sapeva ascoltare, fare del bene senza farlo pesare e amare in punta di piedi. Un educatore gioioso, sobrio e sornione, che sapeva correggere senza ferire, consigliare senza pedanteria. Un artista per il quale contemplare e creare bellezza è stato spontaneo come il respiro, per rispondere ad una esigenza interiore.

Un sacerdote ricco di umanità che ha precorso i tempi e anticipato il Concilio sapendo armoniosamente bilanciare la tradizione con il rinnovamento, la preghiera con il lavoro, l’ arte con la fede, l’umano con il divino. Un toscano, un uomo della nostra terra, era infatti nato a San Continua >

moretti e renzi

Se 690.000 euro vi sembran pochi…….

 

di Paolo Scattoni

L’amministratore delegato delle Ferrovie Mauro Moretti ha dichiarato che se verrà posto un tetto al suo compenso non superiore a quello del Presidente della Repubblica, se ne andrà. Per Moretti si tratta di una miseria, appena 248.000 euro, poco più di un terzo di quanto guadagna ora: 690.000. “Guadagno meno di Santoro” ha pigolato l’ingegnere. Se è per questo ci sono calciatori che guadagnano più di Santoro. Insomma se guadagnerà di meno si cercherà un altro lavoro meglio remunerato

Non so se i dirigenti di importanti settori dello Stato debbano guadagnare più del presidente della Repubblica, ma questa volta anche Continua >

resistencia 1

Venezuela: il triste destino di una rivoluzione (forse) mancata

di Paolo Scattoni

Come noto questo blog non è finalizzato alla discussione politica generale. Ce ne sono tanti altri molto più qualificati. Raramente si fa eccezione.

Fra le eccezioni c’è un articolo di un anno fa di Carlo Sacco intitolato “vivremo e vinceremo” in omaggio a Hugo Chavez, presidente del Venezuela, il giorno della sua scomparsa. All’inizio non partecipai al dibattito perché ho maturato scetticismo su certe figure carismatiche, che “hanno fatto tutto bene”. Intervenni allora su una questione molto marginale che non merita qui di essere ripresa.

Qualche tempo dopo la morte di Chavez ci sono state le elezioni che ne hanno Continua >