CONFERENZA NICHEL

Inquinamento da nichel e il risveglio della “grande” stampa

di Luciano Fiorani

La stampa? “Watch dog” dicono gli inglesi, cane da guardia del potere. Oggi ne abbiamo un altro paio di esempi lampanti e a portata di mano.

E’ trascorso più di un anno da quando primapagina sollevò la questione dell’inquinamento da nichel nella zona di Fondovalle. Un inquinamento che l’Arpatha rilevato fin dal 2008e di cui ha costantemente informato l’amministrazione comunale di Chiusi ma di cui nessuno era venuto a conoscenza. Dallo scorso anno l’argomento è stato ripetutamente ripreso sia da Primapagina che da Chiusiblog per approfondirne gli aspetti e seguirne l’evoluzione. La Primavera ha presentato un’interrogazione in Consiglio comunale grazie alla quale del problema Continua >

fiorini3

Scaramelli in Regione per continuare a non fare?

di Rita Fiorini Vagnetti

Per anni siamo stati “soggiogati numericamente” da un movimento politico che voleva dare lezioni a tutti, soprattutto in regioni come la nostra (la Toscana) per la serietà e la coesione dei rappresentanti, in una forma di ideologica continuità, oggi come oggi, è sicuramente fuori tempo massimo, fuori cioè dalla storia, pensiamo solo all’accordo America-Cuba con la mano benevola, potentemente protettiva del nostro amatissimo papa Francesco.

Però a leggere dichiarazioni come quelle che, in forma ossessiva, rilascia il sindaco Scaramelli non ci possiamo stare, non ce la facciamo davvero: “in regione per farci sentire”, “chi ci ha rappresentato si è accomodato”.

Ritengo Continua >

stazione pensilina

Treni: ecco le vere domande da porre alla politica

di Luciano Fiorani

Sulla ipotetica stazione Medioetruria si sono spese (giustamente) tante parole. Sia i favorevoli che i contrari alla nuova grande opera partono da un assunto comune: il trasporto ferroviario nelle nostre zone ormai non funziona più.

Ma il servizio è progressivamente scaduto non perché mancano le infrastrutture o sono diventate inadeguate, ma perché è cambiata la politica dei trasporti.

Una politica che ha, tra l’altro, lentamente ma inesorabilmente, estromesso dalla direttissima la quasi totalità dei treni regionali e intercity per far spazio ai tanti (troppi?) treni ad alta velocità. Per assestare il colpo di grazia e concludere questa operazione si era pensato, Continua >

braccio meccanico

Quella vecchia attrezzatura della mia scuola recuperata a nuova vita

 

di Teodor Ariton

 

Sono uno studente dell’Istituto Comprensivo Valdichiana (Einaudi-Marconi). Sono rumeno e sto frequentando il quinto anno del corso di manutenzione e assistenza tecnica. Al momento sto prendendo parte alle iniziative di Laboratorio Ambiente e al momento lavoriamo con il microcontrollore Arduino. Mi piace raccontare un piccolo esperimento che ha permesso di recuperare una vecchia attrezzatura ormai in disuso: un braccio meccanico.

In realtà la mia intenzione era quella di costruire un macchinina telecomandata, ma il mio professore di laboratorio mi ha ha fatto vedere il braccio meccanico e mi ha come sfidato a riutilizzarlo. Ho accettato la sfida per curiosità. In Continua >

scalata

La scalata alla vetta

di Rita Fiorini Vagnetti

La notizia che il sindaco Scaramelli sia tra “i papabili alle prossime elezioni regionali” non ci giunge, almeno qui a Chiusi, di sorpresa. Ormai per l’amministrazione comunale di Chiusi, o per meglio dire per la maggioranza, non è una novità anzi: è quasi “un titolo di merito”,”uno sgabello” per salire a vette più alte, lasciando dietro di se promesse elettorali, prese di posizioni determinate e, al momento delle passate elezioni amministrative, messaggi non solo di serenità, sarebbe il minimo, ma di realizzazione di un mondo migliore

“I poveri non sono più tanto poveri, i deboli sono rafforzati da Continua >

rometti ceccarelli

A chi interessa davvero la stazione in linea per l’alta velocità?

di Paolo Scattoni

In questi giorni è stato pubblicizzato (anche in televisione) un’uscita del cosiddetto tavolo tecnico Umbria/Toscana per la costruzione di una stazione in linea ad Olmo. A quel tavolo hanno partecipato l’assessore ai trasporti della Toscana Ceccarelli e quello dell’Umbria Rometti. L’idea della realizzazione di una stazione in linea a Chiusi (area ex centro carni) è stata praticamente eliminata sul nascere.

La soluzione Olmo è strampalata come quella di Chiusi. Anche in questo caso occorre pensare a un collegamento con navetta (il vantaggio questa volta è che si fa in treno) fra la nuova e la vecchia stazione di Arezzo.

Forse il costo è minore Continua >

StefanoScaramelli_2

Ma i nostri amministratori in quale paese vivono?

di Giorgio Cioncoloni

Come ogni volta che in consiglio comunale si parla di bilancio, anche questa volta è uscito il solito comunicato del sindaco e dell’assessore al bilancioin cui si dicono da soli quanto sono bravi. Una frase è più significativa delle altre, viste anche le notizie sulle chiusure di negozi storici del nostro paese:

“Dopo essere stati eletti ci eravamo ripromessi di cambiare il volto della nostra città e anche se siamo consapevoli che tanto c’è ancora da fare, siamo anche contenti che a Chiusi si vive bene anche grazie a politiche che hanno portato lavoro, investimenti e preso per mano Continua >

544962_629991560461825_5925575006187076954_n

Iniziativa del Grupopo Effetti Collaterali

di Giannetto Marchettini

Prende avvio la nostra nuova iniziativa  culturale   “ GEC and BOOK   Effetti ColLETTERARI”

 

Un ciclo d’incontri volti a conoscere libri ed opere che stanno raccogliendo un buon successo di critica

con i loro rispettivi autori

 

Due sono gli appuntamenti di Dicembre : 

- Lunedi 8 DICEMBRE ore 17.30  presenteremo il libro “Mali Minori”  

  Simone Lenzi  l’autore è un vero artistica poliedrico scrittore, traduttore e frontman dei gruppo rock Virginiana Miller,

  coi quali canta e scrive testi dal 1990.

  Dal suo romanzo d’esordio, “La generazione” (2012), Paolo Virzì ha tratto il film “Tutti i santi giorni“,

  di cui Simone Lenzi è stato Continua >

cut1415897585235

Istituto Valdichiana: a breve la ristrutturazione del tetto

di Paolo Scattoni

Recentemente ho frequentato l’Istituto Comprensivo Valdichiana per il progetto “Laboratorio ambiente” finanziato dall’Autorità per la Promozione della Partecipazione. Sta procedendo molto bene. C’è innanzitutto entusiasmo. Sono ben evidenti i progressi dei partecipanti nell’uso di attrezzature che se pur a basso costo sono abbastanza complesse. I partecipanti interagiscono molto bene fra loro. Io in quell’aula sono semplicemente per “monitorare” in quanto componente dell’Autorità.

Vengo percepito come amico della scuola e questo mi fa un grande piacere perché sono ormai anni che intervengo anche su questo blog per sottolinearne l’importanza strategica per lo sviluppo delle nostre zone ed ho ospitato con piacere anche interventi di altre Continua >

banco alimentare

Solidarietà: raccolta per il BANCO ALIMENTARE

 di Simona Bardini

Sabato 27 novembre in tutta Italia si è svolta la raccolta per il Banco Alimentare che ormai da molti anni viene in aiuto delle sempre più numerose famiglie in situazione di difficoltà. Anche nella nostra zona le richieste di aiuto presso le associazioni di volontariato sono in crescita, la povertà sta diventando un’emergenza. A giugno è stata effettuata , infatti, una raccolta di prodotti straordinaria, esclusivamente per la nostra zona. Secondo le consuete modalità a Chiusi si è rinnovato l’appuntamento: quasi un centinaio di volontari ( ognuno ha donato quanto poteva: un’ora, due ore, tre ore di servizio) hanno reso possibile l’iniziativa Continua >

38_big

Mediaetruria: una sesquipedale sciocchezza non può produrre buona politica

di Paolo Scattoni

Riassumo il dibattito che si è svolto sino ad ora sulla questione della stazione MediaEtruria da parte di molti di noi, soprattutto dopo l’inziativa al Mascagni di venerdì 21 dove è stato presentato un progetto molto preliminare della stazione. I commenti nel blog sono stati molto perentori, ironici e con linguaggio forte (bufala, cazzata, etc.).

Nel dibattito si è inserito Lele Battilana che ha rimproverato di non tenere nella dovuta considerazione come la proposta ridia centralità a Chiusi che ha già visto l’adesione di forze politiche e amministratori della zona.

Alla mia domanda se avesse veramente capito di cosa si trattasse Lele mi Continua >

chiusi-alta-velocità

Stazione in linea: decine di milioni per un risparmio di 5 minuti

di Luciano Fiorani

Se il colore della “navetta” non è determinante per farsi un’idea della validità del progetto della nuova stazione Mediaetruria, forse, parlare di tempi di percorrenza dei treni un qualche peso nella decisione dovrebbe averlo.

Per farlo abbiamo raccolto dati e informazioni da gente che con i treni ha una certa dimestichezza. Ecco quello che ci è stato detto.

Bisogna partire dalle tracce orario. Innanzi tutto, probabilmente già si sa, ma in caso contrario è bene ricordare che sulla direttissima (linea DD) Firenze – Roma e viceversa, la velocità massima dalle ore 06.00 alle 24.00 è di 250 Km/h, quindi sia i freccia Continua >

trattato

I pericoli del trattato su commercio: se ne discuterà a Sarteano

di Gaetano Rispoli.

La Ue si appresta a firmare due accordi commerciali di vasta portata: uno con il Canada, denominato accordo Ceta, ovvero, globale economico e commerciale, e uno con gli Stati Uniti, il TTIP, il Trattato transatlantico sul commercio e gli investimenti. La linea ufficiale è che questo creerà posti di lavoro e aumenterà la crescita economica, ma i beneficiari di questi accordi saranno le grandi aziende, non i cittadini.

Se l’accordo di commercio transatlantico sul commercio e gli investimenti TTIP, Europa-USA venisse approvato il nostro cibo quotidiano potrebbe cambiare, in modo silenzioso e totalmente sconnesso da ogni condivisione popolare. Il trattato viene Continua >

massimo-catalano-quelli-della-notte-300x225

C’è un’alternativa al treno alla Catalano

di Luciano Fiorani

Diversi anni fa, Massimo Catalano, personaggio delle fortunate trasmissioni di Renzo Arbore divenne famoso come il “re dell’ovvio”. A chi gli chiedeva cosa scegliere tra una moglie bella ma povera e una brutta e ricca, rispondeva: meglio bella e ricca.

I fautori della nuova stazione Mediaetruria sembra che si siano rifatti a questa filosofia nell’avanzare la loro proposta. Meglio collegare Chiusi con Roma e Firenze con treni veloci e tariffe scontate per i pendolari.

Buon proposito che però ha partorito una balzana idea. Infatti, al di la delle suggestioni (portiamo la Valdichiana nel futuro e amenità simili) fa acqua da Continua >

stazione-nuova

Fiorini interroga sulla stazione: il sindaco pensi anche al presente

di Rita Fiorini Vagnetti

Interrogazione circa i collegamenti ferroviari nel nostro territorio

PREMESSO

Che la costruzione negli anni ’60 della Direttissima Roma-Firenze, voluta dai governi di allora per accorciare le distanze da Milano a Roma e soprattutto per dimezzare i tempi di percorrenza del tratto Firenze-Roma divenne più agevole e corto di oltre 45 Km)

Che risultarono così in esercizio due linee: la vecchia e lenta, destinata ai treni regionali e la nuova destinata ai treni veloci (intercity)

Che per quasi trent’anni la nostra storica stazione, utilizzando le sue interconnessioni ha potuto beneficiare, insieme ad Arezzo e Orvieto, dei servizi veloci (intercity) con enorme vantaggio socio-economico Continua >