Una scuola per chi vuol fare: valorizziamola

labambdi Alessandro Fedi

Innanzi tutto complimenti a Nicolas. È vero, confermo ciò che scrive Paolo (Scattoni), in occasione del corso Arduino ho avuto il piacere di conoscere e confrontarmi con delle belle intelligenze, ragazzi brillanti, entusiasti di “smanettare” con le nuove tecnologie e affamati di conoscere, di sapere: ricordo quando si presentò a casa mia uno studente del 1° anno (14 anni), conosciuto al corso, che, armato di block notes mi disse ” devi spiegarmi come funziona un triac“. Fu una cosa bellissima!
Tuttavia c’ è sempre un velo di tristezza e di sfiducia negli occhi di questi ragazzi, perché comunque, per i piú, rimangono sempre ” uno del professionale” inteso come qualcosa di denigrante. Sarebbe ora che ci si rendesse conto delle potenzialità che ha questo istituto e non sottolinearne solo i tratti negativi, che indubbiamente sono presenti, perché, come tutte le altre scuole, deve barcamenarsi tra riforme indegne, partorite da menti malate (riduzione drastica delle ore di laboratorio per gli istituti tecnici, ma é poi uscita dal tunnel la signora?), cronica mancanza di fondi ( magari girati dai governanti ad istituti privati), scelte alquanto discutibili su opere di ” miglioramento”, mi riferisco ai lavori effettuati nei locali della ” villetta“, i capannoni adiacenti la scuola che una volta ospitavano i laboratori e adesso una sala convegni (??) e una palestra (a 20 metri di distanza da quella della ex ragioneria….).
Ma siamo sicuri che c’ era bisogno di questo? O magari se vi fosse stato realizzato un laboratorio in cui i ragazzi avessero potuto prendere confidenza con queste nuove tecnologie e magari poter dare sfogo al loro estro, avremmo potuto spegnere quel velo di tristezza ed accendere la luce dell’entusiasmo, nonché sfatare questi luoghi comuni che vogliono al professionale “ quelli che non hanno voglia di far niente”? Vi sembra niente quello che ha fatto Nicolas? Ed il braccio di Teodor (Ariton) presentato alla maturità? E il rilevamento ambientale di Leonardo (Fedi) in via Mazzini con l’ MQ135? E altri progetti, che ora dimentico e me ne scuso con gli autori (sto scrivendo di ritorno da una notte al lavoro), realizzati dai ragazzi sempre con Arduino?

Continua a leggere

Posted in SCUOLA | 3 Comments

Portare le idee a scuola

professionale chiusidi Paolo Scattoni

Qualche volta sarebbe bene entrare dentro una scuola per vedere cosa si muove all’interno. Ho avuto il privilegio di seguire il progetto di Laboratorio Ambiente che si è tenuto all’Istituto di Istruzione Superiore Valdichiana sede di Chiusi, finanziato dall’Autorità per la Partecipazione della Regione Toscana. Quel progetto si è formalmente concluso in ottobre, ma è proseguito sulle capacità che nel frattempo erano maturate. Così nell’arco di sei settimane per complessive 12 ore si è svolto un secondo corso sul microprocessore Arduino. Alla fine di quel corso ci eravamo lasciati con la promessa che ci saremmo tenuti in contatto per aggiornarci sui progetti che gli studenti avrebbero via via nicolasmaturato. Qualche giorno fa mi è arrivata la prima di queste relazioni che offro sul blog. Lo studente in questione è Nicolas Perugini del quinto anno del professionale. Mi ha scritto descrivendo sinteticamente quanto aveva fatto e accompgnando la descrizione con le immagini. Ecco il testo che descrive una realizzazione complessa costata meno di 25 euro:

Descrizione:

Dopo aver finito le stampe 3D ho iniziato ad assemblare il braccio, ho usato i seguenti pezzi :  4 servi SG90, 1 Arduino uno (mezzo fuso) , 4 potenziometri (ne ho messi 2 perché ne avevo solo 2), 1 breadboard, cavetti maschio-maschio, dadi M4/3, rondelle M4/3, bulloni M4/3.
Prezzi : 18€ per tutti i servi (con spedizione prioritaria entro 24 ore), Arduino uno avendolo già costo 0€ , 64 cavetti 2€, potenziometri da calcolare, bulloni/dadi/boccole 2€ tutti, costo totale sui 22/25 € .
Allego delle immagini sul montaggio del braccio.”

Continua a leggere

Posted in SCUOLA | 10 Comments

Comitato pendolari: FS senza comunicazione interna

trenodal Comitato Pendolari

Riceviamo e pubblichiamo

FS. Mancata informazione e assistenza alla clientela

Dei tanti problemi che hanno funestato i viaggi ferroviari sulla Roma-Firenze questa settimana, il più grave è senz’altro la mancata assistenza e informazione ai viaggiatori da parte di FS. Se infatti è chiaro che possono accadere incidenti come lo “scarrellamento” di un mezzo di manutenzione, avvenuto fra Orte e Roma Tiburtina nella notte fra il 1° e il 2 febbraio che ha provocato per l’intera giornata di martedì ritardi catastrofici (fino a oltre 2 ore) e soppressioni, è invece inammissibile l’assoluta latitanza di FS nel fornire non solo soluzioni di viaggio il meno disagevoli possibile, ma anche delle semplici informazioni sullo stato della situazione.

Continua a leggere

Posted in ARTICOLO21, SOCIALE, TERRITORIO | 3 Comments

Le elezioni si avvicinano: apriamo un archivio pieno di promesse

promessadi Paolo Scattoni

È passato un mese esatto da un precedente post su chiusiblog che denunciava, in anno elettorale, calma piatta assoluta. Non pare che durante gennaio le cose si siano mosse di molto. C’è, è vero, la candidatura di Niccolò Martinozzi per le destre (Fratelli d’Italia, Lega Nord e Forza Italia), tutte forze, però, che a Chiusi non hanno mai segnato una presenza significativa.

Continua a leggere

Posted in ARTICOLO21, POLITICA | 1 Comment

Sanità, banche e cultura. Molte analogie anche da noi

scuoladi Rita Fiorini

Prendo in esame, ancora una volta, un articolo apparso su rimapaginachiusi.ita proposito dell’iniziativa del movimento 5 stelle che parla di banche e di Bettolini che rilancia l’idea degli stati generali della cultura, per esprimere  la mia idea, considerato il fatto che sono spesso chiamata in causa, come consigliere di opposizione

Continua a leggere

Posted in CULTURA, POLITICA, SCUOLA, SOCIALE | 1 Comment

La scuola e il giorno della memoria

per non dimenticaredi Rita Fiorini Vagnetti

Questa mattina ho partecipato, solo per pochi minuti, alla presentazione di un’iniziativa

Per il giorno della memoria, per non dimenticare, al cinema Clev village di Chiusi.

Continua a leggere

Posted in CULTURA, SCUOLA | Commenti disabilitati

Quanto vale la formazione tecnica e professionale?

media_xll_8021483di Paolo Scattoni

Negli ultimi due giorni ho letto tre articoli che mi hanno fatto riflettere. Il primo è stato pubblicato sull’inserto di Repubblica d ieri 22 gennaio. Gli altri due sul Sole24Ore di oggi.

Continua a leggere

Posted in ECONOMIA, SCUOLA | 2 Comments

La buona scuola è lontana

Rientro-a-scuola1da Luca Scaramelli                                 riceviamo e pubblichiamo

Nel sito del governo, tra le altre cose, sul ddl definito “La buona scuola”, si legge che si tratta di un piano straordinario di assunzioni per poter dare alla scuola i docenti di cui ha bisogno e tirare una linea con il passato sul tema del precariato storico. Il provvedimento mette al centro l’autonomia scolastica. Si danno gli strumenti finanziari e operativi a dirigenti scolastici e docenti per poterla realizzare. Ovvero più fondi e più risorse umane. Agli studenti viene garantita un’offerta formativa più ricca. L’intera comunità scolastica, famiglie e studenti compresi, sarà coinvolta nell’elaborazione del Piano dell’offerta formativa della propria scuola.

Continua a leggere

Posted in SCUOLA | 4 Comments

Le candidature? Meglio in segreto

servizi-segreti-179998_tndi Paolo Scattoni

Il silenzio sulle prossime elezioni amministrative da parte delle forze politiche è impressionante. In particolare non si comprende come si arriverà alle candidature. Il tempo passa e pare che tutti i potenziali candidati se ne stiano rintanati, forse nella convinzione che se si arriva a ridosso della scadenza il minestrone sarà sempre quello, basterà riscaldarlo.

Continua a leggere

Posted in ARTICOLO21, POLITICA | Commenti disabilitati

Fiorini: Siena come Chiusi. La mia vicinanza a Sena Civitas

fiorinidi Rita Fiorini Vagnetti

Purtroppo in splendida solitudine, continuo a dare un mio modesto contributo, al fine di sollecitare quanti hanno ancora a cuore le sorti del nostro paese, a riscuotersi o per lo meno a prendere atto e coscienza, non solo alla “chetichella o a gruppetti sparsi”, della necessita’ di rinnovare un consiglio comunale che ha prodotto e sta producendo solo immagini, suggestioni che non rappresentano il vero volto di Chiusi e del territorio, ma con un’azione ferma e determinata.

Continua a leggere

Posted in Senza categoria | Commenti disabilitati

Una rete locale per la scienza di cittadinanza?

di Paolo Scattoniorvietolug

È possibile creare una rete fra diverse iniziative sull’innovazione che stanno emergendo nelle nostre zone? Diversi anni fa ho avuto la fortuna di incontrare gli amici di OrvietoLUG (Linux User Group). La finalità principale di quel gruppo era all’inizio quello della diffusione del sistema operativo Linux e del software libero e open source (FOSS). Successivamente il gruppo ha ampliato il proprio raggio di azione alla diffusione del microcontrollore Arduino. L’esperienza orvietana è stata ed è per me molto interessante anche per l’influenza che ha avuto nella creazione di alcune piccole imprese. Ha insomma inciso sull’economia locale. Tramite OrvietoLUG ho anche avuto l’opportunità di conoscere un gruppo molto interessante: Tinkergarage di Magione.

Continua a leggere

Posted in ARTICOLO21, SCUOLA, TERRITORIO | 1 Comment

Non c’è davvero speranza d’alternativa?

12348259_10153431307868347_586788399_n1di Rita Fiorini Vagnetti

Riflessione sull’interpretazione espressa da “Primapagina Chiusi” sulla lettera indirizzata ai cittadini da parte della lista “Primavera” con gli auguri di  inizio d’anno di speranza per un futuro migliore per il paese.

Continua a leggere

Posted in Senza categoria | 1 Comment

Governare le trasformazioni del paesaggio. Ma come?

lago-montepulciano1di Paolo Scattoni

C’è stato su Primapagina uno scambio intenso su un intervento edilizio al confine con il comune di di Castiglione del Lago. I giudizi sono oscillati da “ecomostriciattolo” e “un pugno nello stomaco” da una parte e “sicuramente meglio dell’edificio demolito che c’era prima”.

Continua a leggere

Posted in CULTURA, POLITICA, TERRITORIO | 8 Comments

Solidarietà a una voce libera

luigiboschidi Paolo Scattoni

Quando chiusinews fu minacciato di chiusura, tramite Paolo Miccichè venimmo in contatto con Luigi Boschi che a Parma operava con un blog sicuramente più ricco di chiusinews, ma ispirato allo stesso spirito e le stesse regole. Oggi è quello stesso blog a subire una sorte simile. Luigi Boschi sta aspettando il giudizio della Cassazione e il blog è minacciato di chiusura.

Continua a leggere

Posted in ARTICOLO21 | 5 Comments

Le FERROVIE dello STATO predicano bene e razzolano male

Pinturicchio_FCUdi Alessio Trecchiodi (*)
Le Ferrovie dello Stato divulgano ogni tanto informative sulle
emissioni inquinanti mettendo in evidenza, nel particolare dei trasporti, che il trasporto su strada inquina per il 70%, quello ferroviario solamente per il 2%.
Nella classifica dei mezzi più inquinanti spicca l’automobile ma subito dopo c’è il trasporto pubblico su gomma a gasolio e affini; però
Busitalia che fa parte del gruppo Ferrovie dello Stato tende nelle varie regioni a sostituire i servizi ferroviari mettendo in crisi, proprio, il trasporto che più rispetta l’ambiente.
la stessa cosa sta avvenendo nella nostra Regione, che sarebbe il cuore verde d’Italia!

Continua a leggere

Posted in ECONOMIA, POLITICA | 5 Comments