Chiesa-di-SantApollinare1-293x300

Fatica e piccole soddisfazioni

di Paolo Scattoni

Nel suo ultimo commento Carlo Sacco segnala che uno precedente all’ articolo di Lele Battilano non è apparso nonostante che fosse inferiore a 1400 battute. Infatti era di 1384 Come ho spiegato ormai molte volte ho suggerito a Carlo di considerare che il sistema aggiunge alcune battute in più dovute ai dettagli inseriti automaticamente. In questo caso:

Inviato il 18/08/2014 alle 16:38

Chiedo allora che chi si attenta sul massimo faccia lo sforzo di scrivere prima su un editor di testo tipo Word e si attesti per prudenza intorno alle 1350 battute. Faccia poi un normale copia/incolla. Magari per sicurezza conservi quel testi Continua >

STADIO-CHIUSI-4-850x636

L’informazione che non c’è

di Paolo Scattoni

Che l’informazione sia potere lo sanno anche i bambini. Come sia distribuito questo potere è meno facile comprenderlo. Chi possiede le televisioni e i grandi giornali comanda, ce lo dicono le cronache politiche, soprattutto quelle degli ultimi venti anni. Meno chiaro è capire con quali meccanismi. A livello locale poi è ancora più difficile. Per un sovrapporsi di impegni, ma anche per scelta, non ho scritto su chiusiblog per capire se questa necessità di informazione in forma partecipata e volontaria avesse ancora un senso.

Secondo me ce l’ha. Quello che manca, però, è la volontà di partecipare. Anche i social network Continua >

LOCANDINA-PRESENTAZIONE-CORRETTA-366x212

Lirica: L’amico Fritz di Mascagni per il 150° anniversario della nascita in quattro teatri

di Paolo Scattoni

Pubblico volentieri per intero il comunicato dell’Associazione “Opera in- Celle” per un motivo molto semplice: conosco uno degli artisti che lavora presso la mia facoltà alla Sapienza a Roma.Ne conosco la determinazione per una carriera, quella della lirica, che non sempre è facile.

Immagino che anche gli altri artisti condividano la stessa preparazione (conservatorio, master, diversi anni di esperienza). Li accomuna la grande passione per la lirica e per questa passione si impegnano.

Per il 150° anniversario della nascita di Pietro Mascagni portano in scena “L’amico Fritz” in quattro teatri della nostra zona. Nel comunicato spiegano lo spirito dell’iniziativa.

 

O AMORE, Continua >

pil-in-discesa

Perché la diminuzione dei prezzi è una pessima notizia

 

 

di Lele Battilana

 

Da giorni ormai si sente parlare di pericolo deflazione, dando per scontato che tutti sappiano di cosa si tratta.

 La deflazione consiste nella diminuzione dei prezzi al consumo in un certo periodo di tempo, cioè l’esatto contrario dell’inflazione. Finalmente, diranno le famiglie alle prese con una crisi economica che sembra non voler finire mai. Purtroppo non e’ cosi’. Proviamo a vedere  perche’ misurandone gli effetti su tre soggetti economici: i consumatori, le imprese e lo Stato.

 Per i consumatori la diminuzione dei prezzi al supermercato ( e non solo) e’ inizialmente una manna. Se i prezzi diminuiscono il salario a disposizione consente di Continua >

arsfestival_spettatori1_450

L’uso dello spazio pubblico: ci sono esigenze in conflitto

 

di Roberto Donatelli

Una premessa. Lo spettacolo allestito da Orizzonti è stato di alto livello, sia artistico che tecnico. Un plauso a tutti coloro che si sono impegnati nell’allestimento, ma qui’, purtroppo, cominciano le dolenti note. Il purtroppo si riferisce al fatto che ai giorni nostri le realtà oggettive delle cose vengono ignorate.

Eccone alcune.

Spettacoli sinfonici hanno bisogno di assoluto silenzio per essere gustati ed apprezzati.

Piazza Duomo non può escludere i rumori, a meno che non venga circondata da alte paratie anti rumore che non lascino alcun spazio fra loro.

Il buon Dio ha fornito i ragazzini di eccellenti polmoni. Ha dato, a qualcuno Continua >

grimm

Orizzonti: Tre favole per uno spettacolo piacevole

di Rosa Iannuzzi

Come tutti i festival che si rispettano, anche quello di Orizzonti non sfugge a polemiche, critiche o elogi e commenti estasiati. Credo però che come spettatori sarebbe importante intervenire sulla qualità degli spettacoli, su quello che ci è piaciuto o quello che non abbiamo compreso, piuttosto che sulle inutili e sterili polemiche rispetto alla chiusura di una strada.

Certo il costo degli spettacoli incide (buona l’iniziativa di ridurre il costo per i residenti della zona) e sicuramente domani mi perderò Pierino e il lupo per mancanza fondi, ma questa è un’altra storia e riguarda il problema ormai ventennale dell’inaccessibilità di una Continua >

scaramelli treno

Un altro colpo al trasporto pendolari

di Paolo Scattoni

Mentre nel semestrale (per fortuna solo semestrale) Chiusinforma, accompagnata dalla solita ovedose di foto del sindaco, abbiamo l’immancabile celebrazione delle magnifiche sorti di Chiusi, inclusa una quella relativa al miglioramento del trasporto ferroviario dal Comitato Pendolari  Roma- Firenze. Queste sono decisioni che si prendono d’Agosto. Potevano comunque farlo anche d’inverno tanto nella foga delle autocelebrazioni i nostri amministratori non se ne sarebbero accorti.

Carissimi tutti,

 

dobbiamo darvi una brutta notizia estiva.

 

Il neo comitato di Orte ha chiesto la fermata ad Orte del treno IC 598 delle 18,16 e l’ha ottenuta. 

 

DAL 25 AGOSTO IL TRENO IC 598 DELLE 18,16 FERMERA’ A Continua >

filarmonicachiusi450

I luoghi della cultura e quelli della vita della città

 

di Roberto Donatelli

Une delle differenze fra democrazia e dittatura é che in democrazia nel fare le cose si DEVE tener conto della libertà del cittadino.

Si vuol fare, per esempio, una gara di triathlon, bene, ma non si può bloccare Chiusi e la S.S. 146 per 40 minuti, specialmente  senza alcun preavviso. Si vuol allestire uno spettacolo di alta qualità in Piazza Duomo, bene, me non si può chiedere al cittadino che vada in punta di piedi e che non faccia alcun rumore (chiaro che un po’ di attenzione da parte del cittadino è richiesta, si tratta di educazione.  Piazza Duomo, Continua >

einaudi-marconi650

Non e’ mai troppo tardi!!!

di Rita Fiorini Vagnetti

Nel leggere le osservazioni nell’articolo recente sulla “questione” scuola superiore di chiusi e nell’apprezzare l’intervento di una ex-alunna, non posso pero’ non fare qualche riflessione sia come ex anch’io della stessa scuola sia come rappresentante di opposizione nell’amministrazione comunale di Chiusi.

E’ tutto vero e condivisibile quanto e’ stato affermato soprattutto sull’importanza dell’istituto nel nostro territorio che non ha alcuna ragione morale e pratica per non continuare la sua preziosa opera di formazione umana e professionale. E’ pur vero che, nell’evoluzione dei tempi e delle necessita’ della nuova societa’ riflessiva e produttiva, tutto sembra subire un cambiamento forse epocale ma altrettanto pericoloso per l’inevitabile disastro che ne puo’ derivare socialmente Continua >

selviaggi

A Città della Pieve e Sarteano due spettacoli di qualità

di Enzo Sorbera

Queste sere finalmente (si spera) estive, consentono di uscire e partecipare agli eventi che, programmati nella fiducia del bel tempo, rischiavano di andare deserti per disgrazie atmosferiche. E sarebbe stato un peccato, un vero peccato. Il primo evento cui ho partecipato è il festival teatrale “Selviaggi” organizzato da Alessandro Manzini a Città della Pieve. Il bosco della Volpara, tra il 10 e il 12 luglio, ha ospitato una tre giorni notturna di eventi teatrali di ottima levatura, culminati con lo spettacolo dei bambini che hanno partecipato al corso organizzato da Alessandro e che inscenava una fiaba. La cornice del bosco, in Continua >

corpo-forestale21

Il nichel non è pericoloso, ma quanto silenzio!!!

di Giorgio Cioncoloni

In commissione ambiente abbiamo ricevuto la comunicazione che sono terminate le indagini igienico-sanitarie tese ad accertare le possibili implicazioni dovute alla presenza di valori di nichel nella falda posta nella zona di Chiusi conosciuta come Fondovalle.

La Polizia Municipale e la Guardia Forestale hanno prelevato e fatto analizzare l’acqua dei pozzi rilevando la presenza di nichel in concentrazioni molto diverse da zona a zona ma comunque tali da consentire all’Asl di dichiarare, con lettera ufficiale, che non esistono situazioni di rischio per la salute dei cittadini.

Continuano invece le indagini giudiziarie per cercare di scoprire la causa della presenza del nichel e le Continua >

Fiera2

Einaudi-Marconi: una scuola, un territorio

di Carlo Giulietti

“Mettetecela tutta per non far chiudere l’I.T.C. Einaudi!!!”, così conclude un commento sul diario di https://www.facebook.com/einaudimarconi.valdichianachiusi una ex alunna evidentemente e giustamente, ancora affezionata al luogo della sua formazione superiore. Non potendo fare, in quella sede, commenti troppo personali o sufficientemente lunghi per esprimere compiutamente concetti, approfitto di questo spazio, che Paolo Scattoni ci tiene ancora a disposizione, per qualche considerazione sulla scuola Chiusina.

L’Einaudi-Marconi è una realtà importante del nostro territorio, all’interno della quale si sono formate varie generazioni di giovani, molti di questi sono già pensionati, molti riconoscono a queste scuole l’aver avuto una parte importante nel loro percorso Continua >

economist

Cosa viene dopo l’università?

di Paolo Scattoni

The Economist è il più prestigioso settimanale economico del mondo. Nel numero uscito ieri c’è un lungo articolo intitolato “The Future of Universities. The digital degree”. Le università sono investite, secondo il settimanale, da un terremoto che ne cambierà il volto. Mi ricorda un post che avevo scritto un mese fa, intitolato “L’università è morta“. Non lo ripropongo. Mi fa soltanto piacere vedere che non sono il solo a pensarla così.

Il terremoto di cui parla il The Economist è caratterizzato da tre tipi di onde sismiche. Il primo riguarda il taglio delle risorse che non è solo italiano, ma universale. In Continua >

comprensivo

L’Istituto Valdichiana riconosciuto da CISCO Academy

 

di Paolo Scattoni

L’Istituto Comprensivo Valdichiana (già Marconi-Einaudi) è stato riconosciuto come centro Cisco Networking Academy. Questo significa che potrà organizzare corsi riconosciuti dalla CISCO (multinazionale di servizi informatici) volti alla formazione di tecnici per la progettazione e manutenzione delle reti informatiche. In Italia ce ne sono in tutto 300. Si tratta di corsi strutturati su più livelli con un programma e strumenti di supporto uguali per tutto il mondo. I certificati che vengono conseguiti sono dunque spendibili sia in Italia che all’estero. I diplomati della CISCO academy sono ancora ricercati sul mercato del lavoro. La omogeneità di programmi e organizzazione ne fa Continua >

orvietostazione

Il treno salta Orvieto? Per far passare l’eurostar

Lo strano caso di un treno e di un annuncio scomparsi alla stazione di Orvieto 

di Comitato pendolari RomaFirenze

Leggiamo con sconcerto e indignazione le tardive scuse che Ferrovie dello Stato hanno fatto pervenire attraverso un comunicato stampa ai passeggeri che lo scorso martedì 24 giugno hanno atteso invano alla stazione di Orvieto il treno IC 581, treno che non ha effettuato la fermata prevista. Veniamo ora a sapere dal comunicato di “scuse” di FS che «Non si è trattato di una svista o di un errore umano ma semplicemente di una scelta dettata dalle condizioni della rete e del traffico». Una scelta deliberata Continua >