Orlando: il diritto all’esistenza amministrativa

leoluca-orlando-sergio-mattarelladi Paolo Scattoni

Ho conosciuto Leoluca Orlando grazie alla mia militanza nel movimento per la democrazia La Rete, nata nel 1991. Come coordinatore della Rete venne anche a Chiusi insieme ad Alfredo Galasso e pienò il Mascagni. Il gruppo di Chiusi era partcolarmente vivace e propositivo. Nel 1992 fui anche candidato alle elezioni politiche, un candidato di bandiera ovviamente, ma il movimento riuscì ad eleggere 12 deputati a livello nazionale. Con la Rete andammo alle elezioni comunali nel 1993 (se non ricordo male) e non riuscimmo a eleggere un consigliere per pochissimi voti.

Leoluca Orlando pur eletto deputato per due mandati e deputato europeo, ha sempre mantenuto come priorità la sua Palermo e la sua liberazione dalle mafia e dall’influenza della massoneria. In tempi diversi ha vinto per sei volte l’elezione a sindaco.

Oggi da sindaco ha preso una posizione forte per la iscrizione dei richiedenti asilo all’anagrafe del Comune, con una interpretazione diversa da Salvini e governo della legge cosiddetta sicurezza. Nella decisione ho riconosciuto il piglio di Orlando di 25 anni fa e ne sono stato felice. Che sia poi stato seguito da molti sindaci che stimo come qullo di Napoli De Magistris mi ha fatto ancora più piacere.

Questa voce è stata pubblicata in POLITICA, SOCIALE. Contrassegna il permalink.

13 risposte a Orlando: il diritto all’esistenza amministrativa

  1. Roberto Pacchieri scrive:

    Caro Carlo,
    Un comune cittadino può informarsi per dare stimoli, sollecitare, fare pressione
    ai propri rappresentanti (siamo, per fortuna, in una Democrazia Rappresentativa) per far sì che ciò che ritiene eticamente giusto e vantaggioso per tutta la collettività possa essere portato avanti da chi è stato da lui scelto al momento del voto. Può anche contestare decisioni che non approva o sostenere iniziative che approva manifestando pubblicamente il proprio dissenso od il proprio convincimento (e non “piagnucolare” verbo odioso ed oltraggioso che tu hai inopportunamente usato).
    Comunque ciò che posso dirti in merito ai miei convincimenti è che sono perfettamente d’accordo con Leoluca Orlando, pensiero che risulta chiaro nell’intervista segnalata da Paolo, sopratutto quando afferma l’ineluttabilità e l’inarrestabiltà di un processo di formazione di società sempre più multiraziali (miseria, persecuzioni, violenza di governi fantoccio hanno accentuato esponenzialmente il flusso migratorio)
    Affrontare questo processo a testa bassa con chiusura ed ostinazione storicamente non ha mai portato a nulla di buono, integrare e cogliere gli stimoli del diverso è linfa vitale che migliora società ferme ed in affanno.
    Cogliere quest’occasione è affrontare il futuro a viso aperto dare una prospettiva per una diversa crescita da costruire insieme.
    Questo è quello che molta gente pensa ed esprime liberamente senza….. “piagnistei”
    Un Saluto

  2. roberto donatelli scrive:

    X scattoni….appunto.
    Se si facesse un giro su internet si scoprirebbero cose interessanti, che non hanno nulla a che vedere con i diritti umani Per esemtpio, Malta è la sede di MOAS, un’organizzazione che si occupa si salvare coloro che sono dovuti scappare, e che sono in pericolo sul mare.
    La domanda è questa: perchè Malta si rifiuta di accoglierli?.

  3. pscattoni scrive:

    Hai letto male. Sopra la legge c’è la coscienza. Don Lorenzo Milani con il suo “L’obbedienza non è più una virtù” affrontò un processo, ma quel pensiero ha sicuramente accelerato la riforma del servizio militare che prevedeva il carcere per chi non voleva usare le armi. Il modello Orlando per gli immigrati trova un ricovero per chi non lo ha e allo stesso tempo consente a queste prsone di integrarsi, rigenrare un tessuto urbano inutilizzato e degradato, ma anche maggiore sicurezza tanto che ormai Palermo è una meta turistica molto frequentata perché ormai la città è considerata sicura. Mi ritrovo in quei risultati e nella strategia. Orlando spera in un rinvio a giudizio per poter poi ricorrere alla Corte costituzionale. Lo apprezzo molto e la politica di certi sindaci grillini e PD è sempre la solita del “vorrei ma non posso”. Per quei grillini e quei PD non c’è ch il declino.

  4. carlo sacco scrive:

    X Donatelli. Non vedo la risposta di Pacchieri.Dov’è ?

  5. carlo sacco scrive:

    Caro Paolo,ti sbagli.Condivido quello che dice Orlando in linea teorica e come non condividerlo?Ma nel suo discorso ci sono riferimenti etico valoriali per i quali sarebbe tutto bello avere ciò che dice! Non si può forzare una situazione giuridico-legale con esempi che poggiano sulla pietà umana e sui sentimenti in una società dove occorra per prima cosa amministrare la complessità(concetto politico tuo) e farla amalgamare con quella di altri.Sarebbe bello ma rimane un discorso teorico e basta purtroppo ed Orlando questo lo sà e prende la scorciatoia per la fruizione a pro della sua tesi che poi fino a prova contraria semprepiù si osserva e semprepiù è politica e sempremeno umanitaria per il semplice fatto della domanda alla quale non si risponde mai e che riguarda il fatto di dove erano tali persone quando cadevano le bombe.Ecco perchè ribadisco per intero quello che ho detto,avendo la consapevolezza che possa apparire un pensiero negativo e razzista che non difenda i deboli ma questi si difendono salvandoli dalla probabile morte in mare-questo si-ma avendo un atteggiamento non pietistico.Io non sò se a Palermo l’integrazione che dice Orlando abbia risolto tali temi ma noto che la Sicilia proprio per collocazione storica offre una integrazione molto più avanzata perchè sono secoli che ha nel suo seno i problemi dei migranti,ma non tutti sono Palermo.Ci sono anche i soldi dietro ed allora permettimi che qualche dubbio mi sorga.

  6. roberto donatelli scrive:

    Mi è piaciuta la risposta del Sig. Pacchieri alla domanda del Sig. Sacco!

  7. pscattoni scrive:

    x Carlo Sacco. Ti ho chiesto di analizzare il modello Palermo dove 30.000 persone il 5% della popolazione dei migranti di cui oggi si discute sta abitando e rigenerando un solo quartiere abbandonato come quello intorno al mercato Ballarò. Non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire (e leggere). Con questi è inutile confrontarsi.

  8. carlo sacco scrive:

    Anch’io ho cercato di dare le mie spiegazioni nel giornale di Lorenzoni ”Primapagina” soprattutto per quanto riguarda le implicazioni sul sistema italia e le ragioni-anzi le disragioni- di coloro che invocano i diritti umani quando la gente stà per morire affogata ma quando prende le bombe sulla testa non vola una mosca.E questa,caro Paolo,al di là delle ragioni e dei torti di un Salvini è solo definibile con una parola: speculazione politica.Ma si sapeva che sarebbe andata a finire così,soprattutto perchè la credibilità politica è una cosa seria.E soprattutto-se permetti-quando dietro ci corre un mare di flussi di soldi,io le cose le incomincio a guardare con sospetto.Faccio male?Sono prevenuto?Tutti vorremmo essere con la coscenza a posto e poter salvare dalla morte donne,uomini e bambini,ma poi dopo salvati occorre anche chiedersi che fine fanno tali salvati dal momento che l’Europa fin’ora ha fatto orecchie da mercante.E la tua risposta che dice ”io non sò cosa farebbe Pacchieri ma sò cosa farei io e farei come Orlando” non è una risposta credibile per il semplice fatto che una politica seria che riguardi l’immigrazione se si dimena all’interno di silenzi e di orecchie da mercante dell’Europa-cosa che Orlando non si domanda-se non si fa la voce grossa come non hanno fatto i governi del PD,non si arriva da nessuna parte,fermo restando il diritto a chi si trova in mare ad essere salvato chiaramente e non vorrei essere frainteso.

  9. pscattoni scrive:

    Io non so cosa farebbe Roberto (Pacchieri). Io farei come Orlando a Plermo. Ho già segnalato l’intervista dove lo stesso Orlando dice come ha fatto:
    https://www.lavocedinewyork.com/news/primo-piano/2017/08/28/ci-voleva-un-sindaco-stronzo-per-la-palermo-liberata-la-parola-a-orlando/

  10. carlo sacco scrive:

    Senti Roberto ma se tu fossi il capo del governo cosa faresti per tale accoglienze?Vorrei una risposta che possa essere la maggiormente diversificata possibile perchè si tratta di diritti umani e di persone certamente e quindi? Accogliamoli tutti ? Accogliamone una parte ? Come li sistemeresti tenuto presente che l’italia ha dei problemi che si sa bene quali siano sia nei confronti della popolazione propria e sia nei confronti dell’europa poichè al riguardo dei migranti non è che nel recente passato sia stata presa molto in considerazione dall’europa nel suo complesso.Io penso invece che chi ha detto che ogni migrante che sbarca in italia sbarca in europa ma poi che non ha fatto seguire alle parole dette le disposizioni per ripartirne il flusso inarrestabile al proprio interno sia da censurare,ma vorrei sentire la tua opinione soprattutto perchè si agita tanto la disumanità da parte di chi fa le politiche di respingimento ma poi la cosa finisce lì,ad una denigrazione e basta verso chi anche cercando di alzare la voce vuole cambiare strada.Non ti dimenticare che il flusso esiste soprattutto perchè la guerra portata da certe nazioni europee per beccarsi le risorse di quei paesi hanno sconvolto gli equilibri di quelle nazioni. Ed allora mi rispondi come mai tutto questo non viene mai fuori e si organizzano piagnistei sotto le navi da coloro che sono stati estromessi dal voto e che hanno prodotto tutto questo?Attendo fiducioso.Grazie.

  11. Roberto Pacchieri scrive:

    Bene ha fatto Leoluca Orlando a prendere una posizione chiara, netta su di una legge di dubbia Costituzionalità, che investe profondamente la coscienza di ognuno di noi. Oltretutto certe posizioni come quelle del M5s che cercano di mediare per non perdere consensi di una parte del proprio elettorato (vedi l’indegna proposta di separare famiglie accogliendo solamente donne e bambini), non fanno che aggiungere al danno la beffa.

  12. pscattoni scrive:

    Ho trovato questa intervista a Leoluca Orlando del 2017 pubblicata in un giornale i italiano pubblicato in USA. Comunque la pensiate vale sicuramente la pena leggerla.

    https://www.lavocedinewyork.com/news/primo-piano/2017/08/28/ci-voleva-un-sindaco-stronzo-per-la-palermo-liberata-la-parola-a-orlando/

  13. pscattoni scrive:

    La notizia di un parere (non vincolante) del Consiglio Superiore della Magistratura sulla incostituzionalità del decreto sicurezza
    https://www.repubblica.it/politica/2018/11/15/news/il_csm_boccia_il_decreto_sicurezza_e_incostituzionale_-211768027/?fbclid=IwAR3hncUKOMfx3cxUPa36LDkXPGSUVfZ4q1B0k_Ig_eyJ36vQ8d2wz95r9lg

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 characters available