Air Self Control si confronta con un progetto analogo a Fabro

IMG_20180509_220949_HHTdi Walter Moretti

Ore 21 dell’8 maggio 2018: incontro a Colonnetta di Fabro per cercare una collaborazione fattiva per una creare una rete di monitoraggio della qualità dell’aria tra le realtà di Chiusi e Fabro nel settore delle centraline a basso costo per il monitoraggio della qualità dell’aria. 

Lo scopo è quello realizzare con tecnologie a basso costo e software open source stazioni di rilevamento distribuite a macchia di leopardo nel territorio a cavallo tra Toscana e Umbria. 

Presenti per la Chiusi Teodor Ariton e Michele Sacco, ideatori del progetto Air Self Control, che si sono potuti confrontare con i fabresi Walter Moretti e Massimiliano Neri, quest’ultimo ideatore del portale meteofabro.it e che ha realizzato 3 centraline di rilevamento PM 2.5 e PM 10 già installate e che trasmettono in diretta i dati rilevati.

Questo primo incontro è stato molto proficuo. Prima di tutto sono state confrontate le centraline sviluppate in parallelo senza che i due gruppisa pessero niente l’uno dell’altro. I partecipanti hanno potuto constatare le molte analogie fra i progetti.

Questa voce è stata pubblicata in CULTURA, TERRITORIO. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Air Self Control si confronta con un progetto analogo a Fabro

  1. Paolo Scattoni scrive:

    Questa uscita fuori regione sia per Innovazione Locale che per il gruppo di Fabro è un passaggio importante. Ognuno dei due gruppi potrà fornire elementi per ulteriori applicazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 characters available