Se la maggioranza è disponibile al dialogo…

di Alessandro Bologni

“Uscire dal Consiglio Comunale e sentirsi come un cane bastonato”http://www.chiusiblog.it/?p=2303: così iniziava un mio articolo sul blog dopo il primo vero Consiglio comunale della nuova legislatura. L’ultima volta non è stato così.

Approvazione dei verbali: nulla di particolarmente rilevante. Cominciamo con le comunicazioni del sindaco che molto presto, (mercoledì?), ci consegnerà un DVD con dettagli più precisi sul Piano strutturale. Mercoledì in conferenza dei capogruppi saranno prese le decisioni per attuare la registrazione dei Consigli Comunale. Non ci sembra poco!

Sulle interrogazioni, interpellanze e mozioni dei consiglieri ci sarà occasione di parlare più dettagliatamente nei prossimi giorni quando saremo in grado di poter pubblicare quanto rispostoci dal vicesindaco alla nostra interpellanza sui controlli sulle aziende classificate come pericolose e insalubri a causa delle loro attività lavorative. Qui, purtroppo, le notizie non sono rassicuranti.

Il quarto punto all’Odg così recitava: ordine del giorno presentato dalla lista “Centrosinistra per Chiusi” contro la chiusura del Tribunale di Montepulciano. Ci è stato presentato un documento che siamo riusciti a far cambiare in extremis prima della presentazione, il documento era anonimo e privo di impegni da parte del Consiglio Comunale. Quindi prima dell’esposizione da parte del gruppo di maggioranza è stato apprezzabilmente modificato, non ci siamo potuti esimere dal votare a favore!

Quinto punto all’Odg: mozione presentata dalla lista “Centrosinistra per Chiusi” inerente l’adesione alla campagna “L’ITALIA SONO ANCH’IO” per i diritti di cittadinanza ed il diritto di voto per le persone di origine straniera. Anche qui dopo il nostro intervento nel quale richiedevamo l’inserimento nel documento che l’assessore si impegnasse a relazionare sulle iniziative intraprese dall’ Amministrazione Comunale e sui risultati ottenuti per l’integrazione dei residenti stranieri nel tessuto sociale cittadino, il gruppo centrosinistra per Chiusi e tutta la Giunta hanno chiesto dei minuti di riflessione. Li abbiamo lasciati discutere ed alla fine hanno accettato la nostra proposta. Non ci siamo potuti esimere dal votare a favore!

Sesto punto all’Odg: Regolamento Comunale per la disciplina del mercato dei produttori agricoli “Mercatale della Città di Chiusi” – Approvazione Anche qui abbiamo fatto le nostre osservazioni  e proposto alcune modifiche al regolamento risultato: siamo dovuti uscire di nuovo dalla sala del Consiglio per far riflettere la maggioranza. Risultato: le nostre osservazioni sono state accettate ed il documento è stato modificato secondo le nostre richieste. Non ci siamo potuti esimere dal votare a favore.

In conclusione, anche dai banchi della minoranza, o opposizione se qualcuno preferisce, si può costruire qualcosa di buono per la nostra città ed uscire a testa alta e non come dei cani bastonati dal Consiglio comunale.

Questa voce è stata pubblicata in POLITICA. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Se la maggioranza è disponibile al dialogo…

  1. pmicciche scrive:

    L’occasione del Piano Strutturale – di cui ancora la stampa propagandistica continua a narrare le “magnifiche sorti e progressive” – e la vicende delle aziende potenzialmente insalubri (Bioecologia in primis), saranno due test importanti per mettere a verifica se questi segnali di reale collaborazione hanno un fondamento concreto. Il Piano Strutturale, almeno da quello che si apprende, è tanto irrealistico (nella promessa di un nuovo Eldorado) quanto pericoloso (per le annunciate colate di cemento). Se poi a questo si aggiunge una crisi da cui non si vede uscita, forse la “concretezza” – parola cara al Sindaco – potrebbe trovare una sponda “amica” proprio in chi pensa che quella strada sia, inutile, dannosa e anche pericolosa: tra eredità come quella dello Stadio e opere pubbliche avventurose, si rischia anche che il “banco” dai e dai possa saltare.

  2. Condivido in pieno quanto descritto da Alessandro Bologni e le sue conclusioni anche se, per chiarezza, è necessario precisare che le modifiche apportate all’o.d.g. contro la chiusura del tribunale di Montepulciano sono state relative solo alla forma della stesura del testo.
    Effettivamente però in consiglio comunale si respira un’aria diversa da quella di cinque mesi fa.
    Allora, in conseguenza dei risultati elettorali, c’era il tentativo e, forse, la necessità politica di sminuire la presenza della nostra lista e di farla passare come un elemento di solo disturbo che tale sarebbe rimasto nel tempo.
    La nostra correttezza istituzionale ed il nostro impegno costante e propositivo, oltre che critico, le nostre continue insistenze sul ruolo prevalente del consiglio comunale, della partecipazione, della trasparenza amministrativa, del coinvolgimento, dell’interesse pubblico preminente, oltre sicuramente ad una crescita di esperienza dei consiglieri, tutti alla prima esperienza amministrativa, hanno creato le condizioni perché nella maggioranza si creasse una presa di coscienza dell’importanza del ruolo delle opposizioni.
    La speranza è che la situazione progredisca ancora e si evolva anche nei confronti dei rapporti con i cittadini che devono essere maggiormente coinvolti nelle scelte amministrative in maniera attiva e non solo informati con i soliti comunicati propagandistici.

I commenti sono chiusi.