Palapania, amarcord

pania 002di Paolo Scattoni

A chi, magari più a conoscenza di me delle vicende dell’amministrazione, mi chiede cosa pensi del futuro del secondo palazzetto, segnalo fra i tanti post sull’argomento, quello che ho pubblicato 15 mesi fa. In quell’occasione riportavo i risultati di una visita in Comune per consultare il progetto approvato qualche giorno prima dalla Giunta.

“Ecco quello che ho capito. Dei quattro stralci la procedura inizierà a breve per il primo (realizzazione della rotatoria). È ipotizzabile che il competamento non potrà avvenire entro il 2017 visto che solo i  due terzi dei lavori verranno liquidati nel 2017, l’ultimo terzo nel 2018. Le risorse già ci sarebbero perché derivanti da tre finanziamenti della Fondazione Monte dei Paschi.

La novità (almeno per me) riguarda il secondo stralcio. È  infatti orevista una “vasca volano” (costo 90.000 euro) che garantisca un deflusso controllato verso il torrente Tedesca che la realizzazione del palazzetto e dei parcheggi determina. Per ora il Comune garantisce il finanziamento diretto del 10% di quell’investimento. Niente viene detto su come si troveranno le risorse per il resto. Situazione analoga per gli ultimi due stralci rigardanti i parcheggi per complessivi  760.000 euro.

Una cosa può essere detta. La promessa di aprire il Palazzetto entro maggio (già per altro passato) o al massimo entro fine 2017 non può essere mantenuta. I lavori delle opere comunque necessarie per l’apertura si protrarrano molto probabilmente per alcuni anni.

Mi permetto, però, un’ultima notazione. È mai possibile che una discussione su questa decisione per 1.150.000 euro che impegnerà pesamtemente le finanze del Comune per molti anni non si debba poter iscutere in Consiglio? C’è anche da dire che se questa delibera fosse passata inosservata chissà quando se ne sarebbe discusso.

Un amico mi ha segnalato casi di palazzetti dello sport con le stesse funzionalità e costati molto meno, anche la metà. Poi quelli che sostenevano “vogliamo proprio sprecare un’opera lascianola a metà” ora cosa hanno da dire?

La domanda rimane la stessa.

 

Questa voce è stata pubblicata in ARTICOLO21, POLITICA, SPORT. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Palapania, amarcord

  1. Luca Scaramelli scrive:

    Ma via Paolo (Scattoni) vogliamo star lì a spulciare le delibere, cavillare sulle cifre, prendersela per lo spreco di soldi pubblici, per i ritardi, per la mancanza di programmazione, vuoi mettere come migliorerà la qualità della vita dei cittadini di Chiusi con una struttura così.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 characters available