Personale insufficiente, sanità territoriale in affanno, malfunzionamento del sisema informatico minano la sanità pubblica della Valdichiana senese

quartinidi Andrea Quartini, comunicato pervenuto da Bonella Martinozzi

Ieri, insieme ai portavoce comunali del MoVimento 5 Stelle di Chiusi Cippitelli e Martinozzi di  Montepulciano Bianchi e Scorcucchi di Cortona, siamo stati a visitare le strutture sanitarie di Chiusi (Casa della Salute), l’ospedale di Montepulciano (Nottola) e l’ospedale di Cortona (Fratta). Prima di ogni altra cosa desideriamo ringraziare tutto il personale e i dirigenti delle strutture visitate, Dot.ssa Lamantia Ing. Pulcinelli  per l’accoglienza e la disponibilità che hanno dimostrato nel confrontarsi con il nostro gruppo . Tutti gli operatori hanno assicurato l’intenzione di mantenere gli attuali livelli di assistenza in tutti i presidi, con alcune specificità: per esempio il potenziamento della chirurgia di urgenza e di alta complessità a Nottola; potenziamento della chirurgia programmata all’ospedale di Cortona, con mantenimento del pronto soccorso attivo sulle 24 ore. Specifico mantenimento a la Fratta del Centro per la procreazione medicalmente assistita.

Il Direttore della rete ospedaliera ha inoltre assicurato che nell’autunno prossimo partirà un progetto di Day Service diagnostico pubblico negli ospedali in grado di fornire in tempi rapidi tutte le prestazioni diagnostiche riducendo i tempi di diagnosi per alcune patologie complesse, senza costringere i pazienti a lunghi tempi d’attesa per ciascun esame, oltreché alla difficoltà logistica di doverli eseguire in luoghi tra loro distanti e per questo costringendo i cittadini a rivolgersi alle strutture private per accelerare, con costi aggiuntivi, spesso insostenibili.

Sono emerse alcune gravi criticità di cui ci faremo carico nelle sedi istituzionali (Commissione sanità e Consiglio regionale), auspicando che ci possa essere una convergenza anche da parte delle altre forze politiche. 

Entrando nello specifico vogliamo segnalare la grave sofferenza di personale che riguarda specificamente le strutture del pronto soccorso di Nottola  e della Fratta (rispettivamente carenti di 6 e 3 medici), che continuano a svolgere un’intensa attività qualitativamente buona, solo grazie alla abnegazione e dedizione del personale esistente (parte del quale peraltro ancora in condizione di relativa precarietà lavorativa; segnalata inoltre carenza di personale nella pediatria e nella ortopedia dell’ospedale di Nottola. Un’altra criticità segnalata riguarda il sistema informatico del tutto insufficiente per gestire al meglio i percorsi clinici alla casa della salute di Chiusi, ma anche la gestione CUP degli appuntamenti, in ordine al fatto che le attività della Fratta non vengono rilevate dal sistema e quindi quel presidio non è ancora nella rete senese per prenotare appuntamenti, con allungamento dei tempi di attesa. Infine, sempre a Chiusi sono state segnalate alcune difficoltà di integrazione con i medici di medicina generale (questione peraltro segnalata dai portavoce regionali e comunali del MoVimento 5 Stelle a più riprese).

Dott. Andrea Quartini, portavoce regionale 5stelle

Questa voce è stata pubblicata in SOCIALE. Contrassegna il permalink.

3 risposte a Personale insufficiente, sanità territoriale in affanno, malfunzionamento del sisema informatico minano la sanità pubblica della Valdichiana senese

  1. roberto donatelli scrive:

    ……credevo che la casa della salute fosse la scuola elementare al Prato con tanto di targa
    ” Scuola promotrice di salute”……questo è il modo in cui si vive oggi e credo che ci sia poco da fare al di sopra di presunte trasparenze e via dicendo.

  2. luciano fiorani scrive:

    Sulla questione della destinazione dei soldi della convenzione tra Asl e la Coop Medici2000 invece non c’è stato nessun chiarimento.
    Alla domanda su chi avesse deciso l’utilizzo di quei soldi nel Centro medico dello Scalo invece che nella Casa della salute (con sede nell’ex ospedale) la risposta è stata: “Nessuno”.

  3. Bonella Martinozzi scrive:

    Per avere risposte prive di minacce e invettive abbiamo dovuto scomodare il nostro Consigliere Regionale . I dirigenti della ASL , come scritto dal Dr Quartini, sono stati disponibili e aperti al confronto . Anche loro, come noi, hanno evidenziato delle problematiche riguardo alla Casa della Salute sia per quanto rigurda il personale sia ,sopratutto , per i problemi di rete internet. Ho voluto sottolineare ai presenti che dopo la nostra interrogazione finalmente é stata predisposta una fermata del bus urbano vicino agli studi medici di Chiusi Scalo
    Le criticità emerse verranno portate in Commissione Sanità dal nostro Portavoce per provare a risolvere la questione così da garantire a tutti i cittadini gli stessi servizi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 characters available