Archivi del mese: gennaio 2015

Veglione d’altri tempi

veglionedi Marco Fè

Acquisterà il sapore di un gran revival il “Veglione d’altri tempi” che la 63^ edizione del Carnevale dei Ragazzi sta organizzando al Mascagni per la sera di sabato 7 febbraio. Sarà la festa di quei “ragazzi” che furono tali in quei favolosi anni ’60 in cui a Chiusi e paesi d’intorno

Continua a leggere

Pubblicato in TRADIZIONI | Commenti disabilitati su Veglione d’altri tempi

Una lettera: ma quell’assessore fa il suo mestiere?

 

imagesdi Paolo Scattoni

Avevo deciso di utilizzare tutti i 1400 caratteri per commentare il post di Luciano Fiorani che a sua volta riporta il documento dei pendolari di Valdarno e Valdichiana. Poi mi è arrivato una mail di un amico che di ferrovie ci capisce e allora ho deciso di combinare il mio commento con quella lettera che ho appena modificato per eliminare alcuni riferimenti personali che non interessano.

<span

Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | 11 commenti

Sognando Mediaetruria

Vincenzo Ceccarelli

Vincenzo Ceccarelli

di Luciano Fiorani

Questo di seguito è un ampio stralcio del comunicato rilasciato dal Comitato pendolari di Arezzo e Valdichiana dopo l’ultimo incontro, tenutosi l’altro giorno, con l’assessore regionale ai trasporti (Cecacrelli) e Trenitalia.

…“Negli ultimi 20 anni c’è stato il drammatico ed inesorabile

Continua a leggere

Pubblicato in POLITICA, Senza categoria, TERRITORIO | Commenti disabilitati su Sognando Mediaetruria

Scaramelli ha davvero di che vergognarsi!

Ceccuzzi-e-Scaramellidi Lorenzo Lanzotti*

“Nel fare il Sindaco entri in contatto con la <span

Continua a leggere

Pubblicato in ARTICOLO21, POLITICA | 13 commenti

Persecuzione anticristiana: se ne parla alla LUBIT con Flaminia Giovanelli

dr.-flaminia-giovanelli-at-desales-graduation-may-2014di Paolo Scattoni

Quando in autunno è stato messo a punto il programma della LUBIT per l’anno accademico 2014/2015 non si potevano certo prevedere gli sviluppi dell’intolleranza religiosa. Riveste quindi particolare importanza la lezione su “la persecuzione anticristiana nel mondo” che sarà tenuta da Flaminia Giovanelli presso la sede della LUBIT (ex palazzo vescovile) venerdì alle 17.30.

<span style="font-family

Continua a leggere

Pubblicato in CULTURA, RELIGIONE | 20 commenti

M5S sulla gestione dei rifiuti nella Toscana meridionale

seitoscana_960933768da Luciano Fiorani

Luciano Fiorani ha inviato questo comunicato del Movimento 5 Stelle:

“Il Governatore Rossi, invecchiando, deve essere stato colpito da una forma di sordità selettiva, una di quelle per cui senti tutto benissimo a parte alcune parole. Nel suo caso le parole sono “ATO” e “soppressione”.

Non

Continua a leggere

Pubblicato in POLITICA, TERRITORIO | 2 commenti

Integrazione: il problema è il modello educativo

20131230_parla-donna-teatro-si-svuota-maniago-pordenonedi Rita Fiorini Vagnetti

Come sempre il signor Lorenzoni (primapagina) non perde occasione per puntualizzare qualcosa di negativo nel movimento di centrodestra a Chiusi, senza dimostrare coerenza e rispetto di alcune regole democratiche che dovrebbero far coesistere una società civile, pur nelle differenze che ovviamente e necessariamente ci sono ed è giusto che ci siano.

<span

Continua a leggere

Pubblicato in CULTURA, SOCIALE | 1 commento

Il punto sulle attività di Laboratorio Ambiente

laboratorio-ambiente300di Fosco Taccini

Il progetto “Laboratorio ambiente” finanziato dall’Autorità per la Promozione della Partecipazione (APP) della Regione Toscana, che si svolge presso il Marconi-Einaudi di Chiusi, è arrivato a un terzo del suo percorso. Si tratta di un esperimento di scienza di cittadinanza: le attività hanno come obiettivo quello di coinvolgere i cittadini in attività di ricerca. Nel nostro

Continua a leggere

Pubblicato in CULTURA, SCUOLA, SOCIALE | 1 commento

Un nuovo progetto politico

bilancio-partecipatookdi Marco Nasorri

Nei giorni scorsi è stata posta una questione essenziale: come riattivare un coinvolgimento partecipativo che riguarda le scelte della nostra città.

Prima di entrare nel merito dell’argomento faccio una breve premessa. Chiusi vive una condizione paradossale. La città, stretta in una crisi epocale, sembra essere sospesa

Continua a leggere

Pubblicato in POLITICA | 11 commenti

Una legge di iniziativa popolare per il referendum consultivo sull’euro

Gazebo-5-Stelle-e1418314263579di Luciano Fiorani

Fino a pochi anni fa la domanda, “E’ utile uscire dall’euro?” se la ponevano solo quattro studiosi che si dilettavano in simulazioni economiche. Il professor Paolo Savona fu il primo che confessò pubblicamente che stava lavorando a questa ipotesi.

Oggi, complice certamente una crisi di cui solo i buontemponi vedono la

Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | 3 commenti

Quando anche il re di Svezia prendeva il treno alla stazione di “Chiusi”

 

re di svezia-1di Carlo Giulietti

Altri tempi…, a chi usa ancora la nostra stazione potrebbe sembrare quasi impossibile, se non avesse vissuto quell’epoca, eppure si parla degli ultimi anni sessanta, primi settanta e il periodo d’oro dello scalo chiusino è andato avanti fino agli anni ottanta, forse anche più, poi la ingloriosa decadenza.

Centinaia

Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | 4 commenti

La Cenerentola a Sarteano ovvero l’opportunità di riscoprire i piccoli teatri.

cenerdi Mario ParisRitorno due volte l’anno in terra Toscana: a luglio e a gennaio. L’estate scorsa fui allietato da uno stupendo Amico Fritz ma la mia meraviglia e contentezza sono state immense quando ho visto alcune locandine che riguardavano l’opera LA CENERENTOLA di ROSSINI a Sarteano nei primi giorni di gennaio. Con mio immenso piacere trovo che sono gli stessi artisti che si sono prodotti proprio per amico FRITZ . Non ci penso due volte: vado. Adoro Rossini ma purtroppo devo dire che ultimamente sono andato a teatro e sono rimasto molto deluso sia dalle Compagnie di canto sia da alcune mise en scène davvero anacronistiche o di dubbio gusto.

Questa regia, affidata a una giovane ragazza, ha esaltato il lato fiabesco della vicenda e, coadiuvata da scene e costumi, hanno reso davvero fluida questa immensa opera del genio pesarese. Scene dipinte in maniera ineccepibile . Panni stesi ad asciugare , e grazie a questo stenditoio le scenografie fanno da quinta e sono velocemente intercambiabili. Costumi semplici, ma d’effetto. Il terzetto d’archi è stato efficace e preciso, con molti colori. Il direttore Alessandro Arnoldo è un direttore “che segue” non solo strumenti ma anche cantanti e che si diverte insieme al pubblico. maestria nell’accompagnamento e fantasia nei recitativi da parte del maestro al cembalo Emanuele Leomporri.

Punto di forza dello spettacolo, l’allegria e la grande professionalità scenica e vocale dell’affiatata Compagnia. Il mezzosoprano Paola Cacciatori e il baritono Allan Rizzetti sono i punti cardine dello spettacolo : vocalmente e scenicamente non hanno nulla da invidiare a nomi prestigiosi che vociferano specialmente in questo repertorio: basta uno sguardo, un colore di voce e si calano nei difficilissimi personaggi di Angelina e Dandini/principe.  Il basso Bussano ha cantato con maestria le due impossibili arie scioglilingua di Don Magnifico e ha saputo tenere la scena molto bene. Ramiro il principe era il tenore Gabriele Barinotto. Nonostante la sua figura molto da tenore ottocentesco non gli abbia permesso grandi movimenti (tra l’altro comunque in linea con la regia), è stato un elegante interprete. Le sorellastre erano quanto di meglio si potesse immaginare : agli antipodi anche fisicamente . Lea Airoldi di carnagione trasparente ed Emanuela Scirea di un bellissimo nero cioccolatino : divertenti, mai statiche, mimica strappa sorrisi. Due vere capricciosette. Alidoro era un cantante Coreano, Mattia Keebeck Lee: buona voce, buona presenza scenica. Evviva quindi la multietnia in questa Compagnia di canto, che ne fa un punto a loro favore. Queste due ore sono volate. Allo scoccare della mezzanotte, il mezzosoprano stava attaccando il celeberrimo “non più mesta accanto al fuoco” ma questa volta, nessuno è ritornato zucca, o topolino o serva. Anzi, è davvero una rinascita: la rinascita dell’opera lirica in queste zone grazie a questa giovane Compagnia. Speriamo davvero che una attenta gestione dei teatri e delle varie pro loco locali invitino questi talentuosi artisti in maniera fissa. Mi si consenta di terminare con un Evviva Rossini !!!

 

Pubblicato in CULTURA | 4 commenti

Un’intervista elettorale in un gazzettino elettorale

xtradi Luciano Fiorani

Stamani in edicola ho trovato un nuovo giornalino in distribuzione gratuita: Fatti senesi. Ne ho presa una copia, l’ho sfogliata e…mi son detto: ci risiamo. Si avvicinano le elezioni (regionali, stavolta) e fioriscono le iniziative editoriali. Come non ricordare quella del Gazzettino chiusino, alle scorse elezioni amministrative?

<span

Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | 3 commenti

La Cenerentola di Rossini a Sarteano: una serata da ricordare

cenerentola2di Paolo Scattoni

Questa non è una recensione, quelle le fanno gli esperti. Sono considerazioni di uno che semplicemente ama ascoltare lirica di tanto in tanto. Fatta questa doverosa premessa, “La Cenerentola” di Rossini messa in scena ieri al teatro degli Arrischianti di Sarteano dalla compagnia “Gli amici di Fritz” è

Continua a leggere

Pubblicato in CULTURA | 3 commenti

La Cenerentola a Sarteano il 5 gennaio

cenerentola sarteanoLa Compagnia Lirica “Gli amici di Fritz” ritorna dopo il successo dello scorso agosto con l’opera L’amico Fritz, nei teatri di Radicofani, Sarteano e Castiglione d’Orcia invitata dagli Assessorati alla Cultura e da alcune Associazioni Culturali locali con La Cenerentola.
La sera di lunedì 5 gennaio alle ore 21,15 presenta “La Cenerentola” di Gioachino Rossini al Teatro Comunale degli Arrischianti:

“Questo

Continua a leggere

Pubblicato in CULTURA | Commenti disabilitati su La Cenerentola a Sarteano il 5 gennaio