Elezioni regionali in Umbria: cosa ne pensa una candidata

consiglio umbriadi Rita Fiorni

È vero che ,ad oggi ,com é normale che sia, i risultati delle imminenti elezioni regionali non sono prevedibili ,se non attraverso i sondaggi che fino all ultimo giorno utile possono cambiare

È altrettanto vero che da quanto sembra il confronto è  tra due liste: Pd 5 stelle e… Centrodestra unito

Pero É giusto ,per correttezza informativa, citare anche gli altri partecipanti che comunque vogliono far sentire un ‘altra voce, un altro modo di considerare la gestione della pubblica amministrazione . Per mio interesse personale mi corre l obbligo e il piacere
di citare la coalizione civica Claudio Ricci Presidente

Come è stato detto,si tratta di persona seria, onesta, credibile, preparata, che ha già dimostrato di saper ben governare come sindaco di Assisi per due mandati

Non è sostenuto pubblicamente dai partiti. Questo potrebbe significare un valore aggiunto senza nulla togliere o rinnegare tutte le esperienze personali del passato. Ognuno di noi ha un percorso da rivendicare ma ha anche il libero arbitrio, la libertà di rivedere le proprie posizioni,in base all’evoluzione dei tempi.

Per quello che mi riguarda,come candidata nel progetto Ricci, non improvvisato ma frutto di un lungo  e tenace impegno di alcuni anni, ho partecipato, unica candidata presente candidata, al sit a difesa dell ‘ospedale di Città della Pieve, così solo a titolo informativo.

Problema che non dovrebbe essere trascurato perisanare il sistemarché è anche un problema nazionale,oltre ad essere una necessità locale e territoriale come quello della “sanità”. Molte sono le carenze,le disfunzioni che vengono segnalate dai fruitori dello stesso e per il momento non si vedono concrete  soluzioni.

Non mi riferisco al mal costume, alla corruzione, ma all’organizzazione di carattere generale  ,per esempio, delle prestazioni, per le quali le liste di attesa sono a volte inaccettabili.

Si rende cosi vitale ricorrere all ‘assistenza privata. E la sinistra? Cosa risponde?

Però è altrettanto importante che tutte le forze politiche o civiche che siano e, nel nostro caso, i futuri amministratori regionali si uniscano con l’unico obiettivo : quello di risanare il sistema ,senza ricercare primati o medaglie da esporre ma pensando solo al bene dei cittadini.

Ovviamente quello della sanità non è il solo punto su cui riflettere.

Molti altri da evidenziare :

Il lavoro
Le infrastrutture
La sicurezza
Il mondo giovanile non solo per la formazione culturale ma soprattutto per il problema del disagio
L immigrazione con accoglienza e integrazione
Principi del diritto

Cioè CAMBIARE CON CAPACITÀ DI FARE E CON LE RISORSE DISPONIBILI

Questa voce è stata pubblicata in POLITICA. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Elezioni regionali in Umbria: cosa ne pensa una candidata

  1. pscattoni scrive:

    Chiara la posizione sulla chiusura dell’ospedale. E quella sull’impianto ACEA?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 characters available